Comunicare il fallimento

Proviamo a parlare qualche minuto di comunicazione del fallimento?
È un tema negletto per chi si occupa di comunicazione, ma è qualcosa con cui dobbiamo imparare tutti a fare i conti, perché comunicare in maniera onesta e responsabile è un dovere nei confronti dell’opinione pubblica, dei cittadini.
Generalizzando un po’, ma senza allontanarci molto dal vero, possiamo dire che la gran parte dellacomunicazione che passa attraverso i media classici, sia che segua un percorso squisitamente informativo o uno promozionale, non ha mai amato confrontarsi molto con la tematica fallimento. Gli imprenditori di cui ci raccontano i giornali o le trasmissioni radio-televisive sono eleganti, intelligenti e scaltri. Le modelle che acquistano la crema antirughe hanno tutte meno di vent’anni e una pelle perfetta, ovviamente senza rughe, altrimenti si tratta di Jane Fonda. Il politico, a cui venga concesso tempo sui media per raccontarci le promesse che concretizzerà nel caso in cui venga eletto, sembra sempre avere la soluzione semplice a problemi chiari, che poi si rivelano disastri ingestibili. Continua a leggere Comunicare il fallimento